C’è chi dice no. L’opinione del prof. Monti sulla rete unica

Riceviamo e pubblichiamo l’analisi del prof. Monti (Università di Chieti-Pescara) secondo cui la protezione dei dati personali potrebbe essere il bug che blocca la costruzione della rete unica. Nel mirino del docente la presenza nell’azionariato della newco di un fondo americano – originariamente pubblicato da Formiche.net

Fra i tanti aspetti da considerare nella creazione della rete unica italiana, ha ricevuto poca attenzione il problema del rapporto fra tutela dei dati personali, presenza di proprietari extracomunitari nell’assetto societario e sicurezza nazionale. Vista la criticità del settore telecomunicazioni, infatti, l’assenza del pieno controllo da parte dell’Italia apre al rischio di interferenze straniere nella protezione degli interessi fondamentali dello Stato, come ha evidenziato il caso Huawei. Continue reading “C’è chi dice no. L’opinione del prof. Monti sulla rete unica”

Possibly Related Posts:


Il Giappone vuole entrare nel club buono dell’intelligence ma…

Si moltiplicano i segnali che lasciano intendere un incremento delle relazioni fra Five Eyes e Giappone in funzione anticinese, ma l’eredità storica della II Guerra, le complessità geopolitiche e quelle economiche dell’Estremo Oriente non rendono facile una scelta del genere di Andrea Monti – professore incaricato di Diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica, università di Chieti-Pescara. Originariamente pubblicato da Formiche.net

La rottura degli equilibri in Estremo Oriente causata dalla politica aggressiva dell’amministrazione Trump contro la Cina e dall’espansione del raggio di azione di quest’ultima verso l’Occidente ha riportato agli onori delle cronache l’opportunità che il Giappone diventi, ufficialmente, il “sesto occhio” del Five Eyes, il network mondiale di intercettazione e spionaggio attualmente ad uso esclusivo di Stati Uniti, Inghilterra, Australia, Nuova Zelanda e Canada.

Continue reading “Il Giappone vuole entrare nel club buono dell’intelligence ma…”

Possibly Related Posts:

Internet e ordine pubblico

Versione pre-print del capitolo pubblicato in Cassano, G. – Previti, S. 2020 (a cura di) Il diritto di internet nell’era digitale. Milano, Giuffrè-Francis Lefevbre

Capitolo IV

Internet e ordine pubblico

Andrea Monti – Università di Chieti-Pescara

Sommario

1. Introduzione. — 2. L’impatto della tecnologia dell’informazione sull’ordine pubblico. — 3. Istituzioni pubbliche e tecnologie dell’informazione in Italia. — 3.1. L’attivismo politico nella fase pre-internet. — 3.2. I primi fenomeni eversivi e antagonisti. — 3.3. Gli stadi iniziali della riflessione istituzionale e l’anticipazione del tema della sovranità informativa. — 4. L’interazione fra tecnologia, normazione e mercato. — 4.1. La co-gestione obbligata della prevenzione e della repressione dei reati. — 4.2. L’espansione irrefrenabile delle pretese individuali e l’insufficienza delle risposte istituzionali. — 4.3. L’abbandono della sovranità sulla libertà di espressione, su quella di esercizio dei diritti politici e sul diritto al giusto processo. — 5. L’invasione degli überdiritti. — 5.1. Democrazia rappresentativa e protesta permanente. — 5.2. La pretesa di conoscere senza comprendere. — 6. La politica di protezione dello “spazio cibernetico”, possibile aggancio normativo per la costruzione del concetto di “ordine pubblico tecnologico”. — 7. Conclusioni. Continue reading “Internet e ordine pubblico”

Possibly Related Posts:

COVID-19: chi di PsyOp ferisce, di PsyOp perisce

di Andrea Monti – InfoSec News del 4 maggio 2020

Gli USA accusano la Cina di avere avuto un ruolo attivo nella diffusione del COVID-19 e chiedono di “fare a fidarsi”. Ma la fiducia bisogna meritarla e gli esempi recenti, come la guerra all’Iraq, dimostrano che quando “è necessario” anche i governi occidentali ricorrono alla disinformazione dei loro concittadini per sostenere le proprie scelte politiche. Una scelta del genere incrina la fiducia nei confronti del governo e mette in dubbio la necessità di sopportare le conseguenze anche pesantissime derivanti dalle scelte dell’esecutivo. Continue reading “COVID-19: chi di PsyOp ferisce, di PsyOp perisce”

Possibly Related Posts:


Chi minaccia la rete italiana?

di Andrea Monti – Un messaggio in bottiglia – Infosec News del 11 aprile 2020
L’incapacità della piattaforma INPS di reggere un carico di connessione importante ma non paragonabile a quello di note piattaforme di e-commerce americane e cinese ripropone per l’ennesima volta il tema del governo delle scelte pubbliche in materia di tecnologia dell’informazione.

Continue reading “Chi minaccia la rete italiana?”

Possibly Related Posts:


Apple e l’ordine pubblico degli Stati sovrani

Apple rimuove dall’Appstore un software usato dai manifestanti di per tracciare la posizione delle forze di polizia. Il motivo è spiegato da Tim Cook in persona che con un memo indirizzato ai dipendenti li informa che:

Continue reading “Apple e l’ordine pubblico degli Stati sovrani”

Possibly Related Posts:


Protecting Personal Information. Una recensione su ZD – Zeitschrift für Datenschutz

Questa è la traduzione italiana della  recensione di Protecting Personal Information pubblicata dalla rivista giuridica tedesca ZD – Zeitschrift für Datenschutz

Andrea Monti/Raymond Wacks, Protecting Personal Information, Oxford (Hart Publishing) 2019, ISBN 978-1-5099-2485-1, € 60,88

Chiunque voglia trattare i concetti di “protezione dei dati” e “privacy” su entrambe le sponde dell’Atlantico sulla base delle fonti dovrebbe leggere l’astuta analisi di Andrea Monti e Raymond Wacks. Monti è professore a contratto presso l’Università di Chieti/Italia e avvocato italiano, Wacks è professore emerito presso l’Università di Hong Kong – un insolito team di autori. Entrambi sono professionisti affermati in questo campo e si occupano dell’argomento da molti anni. Continue reading “Protecting Personal Information. Una recensione su ZD – Zeitschrift für Datenschutz”

Possibly Related Posts:


Il pericolo di Lybra

L’annuncio della prossima immissione in rete di Libra, la criptovaluta di Facebook, ha provocato reazioni violente e dure critiche. Alcune fondate, altre meno
di Andrea Monti – PC Professionale n. 340 Continue reading “Il pericolo di Lybra”

Possibly Related Posts:


La pericolosa finzione del “dominio cibernetico” e la tragica realtà della III guerra mondiale

Cybersicurezza, dominio cibernetico, information warfare… chiamate come vi pare l’uso bellico delle tecnologie dell’informazione, ma il fatto rimane: la tranquillizante assenza di cadaveri e scene di distruzione del “ciberspazio” consente di compiere atti di guerra verso Paesi sovrani senza doversi preoccupare di qui rompiscatole dei giornalisti che documentano massacri e “errori di traiettoria”, o della “propaganda nemica” che mostra le atrocità del conflitto. Continue reading “La pericolosa finzione del “dominio cibernetico” e la tragica realtà della III guerra mondiale”

Possibly Related Posts:


Perchè non possiamo più comprare prodotti made by USA (e perchè l’Europa dovrebbe resuscitare l’Olivetti)

Il contrasto fra USA e Huawei ha conseguenze che vanno ben oltre la querelle sino-americana.

Continue reading “Perchè non possiamo più comprare prodotti made by USA (e perchè l’Europa dovrebbe resuscitare l’Olivetti)”

Possibly Related Posts:


Intelligence in Paesi stranieri, rischio accademico e responsabilità delle istituzioni

La notizia della condanna all’ergastolo per spionaggio di un ricercatore della britannica Durham University pronunciata da un tribunale degli Emirati Arabi ripropone il tema del “rischio accademico” e dell’utilizzo di istituzioni pubbliche o attività imprenditoriali e professionali come “copertura” per attività di intelligence diretta o indiretta. Continue reading “Intelligence in Paesi stranieri, rischio accademico e responsabilità delle istituzioni”

Possibly Related Posts:

Pubblica sicurezza e lupi solitari. Fino a quando funzionerà il sistema attuale?

Il Fatto Quotidiano, come peraltro tutti i giornali, riporta la notizia dell’arresto di un sospetto terrorista.

Evidentemente, in questo caso il “sistema di prevenzione” ha funzionato, e ha funzionato bene, ma rimane il fatto che ci sono voluti giorni di pedinamenti, impegno delle strutture di pubblica sicurezza e l’impiego dei NOCS della Polizia di Stato per arrestare un solo sospetto terrorista. Continue reading “Pubblica sicurezza e lupi solitari. Fino a quando funzionerà il sistema attuale?”

Possibly Related Posts:

Superiorità (tecnologica) relativa…

Un concetto molto importante nella tattica delle azioni asimmetriche e’ quello di “superiorità relativa”.

In un conflito frontale l’esercito più numeroso è intrinsecamente avvantaggiato, ma riuscendo a trasformare la battaglia in “microconflitti” e’ possibile che in determinate (e limitate) circostanze di tempo l’esercito meno numeroso si trovi in condizioni di superiorità relativa, appunto. Continue reading “Superiorità (tecnologica) relativa…”

Possibly Related Posts:

Ancora sulla questione dei finti profili dei Russi brutti e cattivi che minacciano la stabilità politica italiana

Se i numeri pubblicati da Repubblica sono veri, stiamo parlando del nulla..
I follower italiani di queste “poderose macchine da disinformazione” erano poche centinaia, e sono stati “esposti” a un migliaio di messaggi che riguardavano Renzi e il PD. Continue reading “Ancora sulla questione dei finti profili dei Russi brutti e cattivi che minacciano la stabilità politica italiana”

Possibly Related Posts:

Le esternazioni del Garante dei dati personali sulla Russia

Un lancio ANSA riporta una dichiarazione del Garante dei dati personali secondo siti russi colpiscono UE ma i governi sono lenti. Un soggetto istituzionale dovrebbe stare attento a lanciare accuse nei confronti di uno Stato sovrano. Continue reading “Le esternazioni del Garante dei dati personali sulla Russia”

Possibly Related Posts:

Gli USA spiano tutti, stranieri compresi. E’ anche colpa del GDPR e dei Garanti europei dei dati personali

Suscita il solito scalpore la notizia secondo la quale gli USA stanno per approvare una legge che consente la sorveglianza globale di cittadini stranieri all’estero. In pratica, ciò che a un pubblico ministero italiano sarebbe consentito in casi limitati e con tutta una serie di controlli, è consentito per atto di auto-imperio a un Paese straniero. Continue reading “Gli USA spiano tutti, stranieri compresi. E’ anche colpa del GDPR e dei Garanti europei dei dati personali”

Possibly Related Posts:

Il Governo disciplina i database di polizia, ma sbaglia la norma di riferimento

Il GDPR non può essere usato per regolare le attività di pubblica sicurezza e di indagine, perchè c’è una direttiva comunitaria a doverlo fare. Ma il Governo non lo sa
di Andrea Monti – Key4Biz.it del 06 dicembre 2017 Continue reading “Il Governo disciplina i database di polizia, ma sbaglia la norma di riferimento”

Possibly Related Posts:

Il nostro immutato stile di vita, secondo Gentiloni

Se, come dice Gentiloni,  i terroristi non ci faranno rinunciare alla nostra libertà, vorrei sapere quali sono le ragioni per le quali, la scorsa settimana, chi si trovava dalle parte dell’Arsenale di Venezia si è imbattuto nei reparti di Carabinieri e Polizia in assetto antisommossa. Perchè per andare al Lido bisognava passare i metal detector, e perché per entrare a San Marco o nel Palazzo ducale era necessario lasciare zaini e borsoni.

Continue reading “Il nostro immutato stile di vita, secondo Gentiloni”

Possibly Related Posts:

Gentiloni: i terroristi non ci faranno rinunciare alla nostra libertà

Dando una notizia vera nella forma e falsa nella sostanza a proposito delle reazioni politiche italiane ai fatti di Barcellona, Repubblica.it titola: Continue reading “Gentiloni: i terroristi non ci faranno rinunciare alla nostra libertà”

Possibly Related Posts:

AntiPublic e British Airways: cosa (non) farà il Garante dei dati personali?

Se quello che scrive Repubblica.it di AntiPublic è vero, fra il quasi mezzo miliardo di account ritrovato in questo database di credenziali e account ce ne sono di varia appartenenza
Continue reading “AntiPublic e British Airways: cosa (non) farà il Garante dei dati personali?”

Possibly Related Posts:

Quando il web è più pericoloso della bomba atomica. Verità o fantascienza?

Un articolo di Loretta Napoleoni, poco informato e condito di luoghi comuni, paragona nuovamente il web alla bomba atomica. Verità o pura fantascienza?
di Andrea Monti – Key4Biz.it del 22 maggio 2017 Continue reading “Quando il web è più pericoloso della bomba atomica. Verità o fantascienza?”

Possibly Related Posts:

Il decreto sulla protezione dello ‘spazio cibernetico’, la fantascienza al potere?

La direttiva recante indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica nazionali (GU Serie Generale n. 87 del 13 Aprile 2017) ingessa la capacità di gestione e reazione delle strutture istituzionali, in caso di attacchi verso le infrastrutture critiche, e promuove la fantascienza al rango di fonte del diritto di Andrea Monti Key4Biz.it del 14 aprile 2017 Continue reading “Il decreto sulla protezione dello ‘spazio cibernetico’, la fantascienza al potere?”

Possibly Related Posts:

Repubblica.it, l’orco di lamiera e i Tom Hawk di Massimo Giannini

 


Benvenuti a un’altra puntata de “I professionisti dell’informazione”.

Massimo Giannini, giornalista di Repubblica, commenta in un video l’attentato di Stoccolma.

Continue reading “Repubblica.it, l’orco di lamiera e i Tom Hawk di Massimo Giannini”

Possibly Related Posts:

Non esiste la sicurezza “informatica” (lungo)

Nella gestione della sicurezza informatica manca la paura, quella vera, che è sana: se gestita correttamente consente di evitare comportamenti pericolosi e insegna una corretta cultura della prevenzione. Vale offline e ma anche online. I manager della sicurezza non sanno cosa sia la paura. E non perché sono coraggiosi. di Andrea Monti Key4Biz.it del 29 marzo 2017 Continue reading “Non esiste la sicurezza “informatica” (lungo)”

Possibly Related Posts:

L’attentato di Orly e – ancora una volta – articoli poco giornalistici

La ricostruzione dell’attentato di Orly fatta da Anais Ginori su Repubblica.it offre alcuni interessanti spunti di riflessione sia in termini giornalistici, sia in termini di sostanza.

Continue reading “L’attentato di Orly e – ancora una volta – articoli poco giornalistici”

Possibly Related Posts:

La CIA ci spia, che c’è di strano?

La notizia diffusa nelle ultime ore è si preoccupante, ma dovremmo, piuttosto, preoccuparci della nostra inarrestabile incapacità di gestire l’invasione della nostra vita da parte di una tecnologia che non siamo in grado di controllare di Andrea Monti Key4Biz.it del 8 marzo 2017 Continue reading “La CIA ci spia, che c’è di strano?”

Possibly Related Posts:

La differenza fra sicurezza informatica e guerra elettronica

Affidereste l’attacco di una squadra a Claudio Gentile e la difesa a Pelè? Ovviamente no, perché uno straordinario difensore non ha le caratteristiche (dal fisico alla mentalità, alla capacità di riconoscere e sfruttare occasioni) di un attaccante stellare.

Continue reading “La differenza fra sicurezza informatica e guerra elettronica”

Possibly Related Posts:

Il Regolamento sulla protezione dei dati personali , il FUD e i venditori di insicurezza

Il regolamento generale sulla protezione dei dati personali non è ancora entrato in vigore, che è già diventato, come direbbero gli americani, un jack of all trade, master of none. E così, ogni scusa è buona per citarlo a sproposito: dalla (presunta) intelligenza artificiale, al (presunto) cyberwarfare.

Continue reading “Il Regolamento sulla protezione dei dati personali , il FUD e i venditori di insicurezza”

Possibly Related Posts:

Progetto BLINK – Polizia di Stato, minacce reali e fucili giocattolo

La Polizia di Stato ha annunciato un programma di formazione diretto a sviluppare la capacità di individuare i precursori delle azioni violente (i segnali che consentono di accorgersi che sta per succedere qualcosa di grave).

Continue reading “Progetto BLINK – Polizia di Stato, minacce reali e fucili giocattolo”

Possibly Related Posts:

Terrorismo, propaganda e internet. La censura non è mai un’opzione

L’attentato di Parigi riapre – a pochi mesi dalla strage di Charlie Hebdo – la polemica sulla libertà in rete. Nella borsa dei diritti, scendono le quotazioni della privacy e salgono quelle del controllo totale… o totalitario?
di Andrea Monti – PC Professionale n. 297 10 dicembre 2015

Continue reading “Terrorismo, propaganda e internet. La censura non è mai un’opzione”

Possibly Related Posts:

Gli attacchi di Parigi risvegliano il fantasma della sorveglianza digitale globale

La storia si ripete, dopo ogni attacco terroristico. Come dopo il 2001 c’è stato il tramonto dei diritti civili, poi denunciato con lo scandalo delle intercettazioni di massa targato Nsa, adesso c’è chi di nuovo propone di potenziare gli strumenti di controllo su internet. Ignorando che la stessa storia ci insegna che i presunti vantaggi sono inferiori dei sicuri danni alla nostra democrazia
di Andrea MontiAgendadigitale.eu

Continue reading “Gli attacchi di Parigi risvegliano il fantasma della sorveglianza digitale globale”

Possibly Related Posts:

Il Datagate e l’ipocrisia delle istituzioni italiane

Intercettare tutto e tutti è una pratica diffusa ovunque. Gridare allo scandalo è inutile.
di Andrea Monti – PC Professionale n. 269

Continue reading “Il Datagate e l’ipocrisia delle istituzioni italiane”

Possibly Related Posts:

Ignoranza e ipocrisia delle istituzioni dietro gli attacchi di Anonymous

di Andrea Monti – PC PRofessionale n. 246
Lo scorso 18 luglio la polizia postale organizza un convegno per fare il punto sulle conseguenze del “caso Anonymous” dove Telecom Italia ha lanciato l’allarme criminalità informatica. In che mondo vivono?

Continue reading “Ignoranza e ipocrisia delle istituzioni dietro gli attacchi di Anonymous”

Possibly Related Posts:

Gli attacchi di Anonymous e il diritto di manifestare

di Andrea Monti – PC Professionale n. 241 – Aprile 2011
I collegamenti di massa lanciati contro siti di istituzioni e imprese italiane dal sedicente gruppo Anonymous sono illegali? Il difficile contrasto fra diritto di manifestare e rispetto della legge

Continue reading “Gli attacchi di Anonymous e il diritto di manifestare”

Possibly Related Posts: