Category Archives: Diffusione dati personali

Pubblicata l’edizione italiana di Privacy. A Very Short Introduction

Dopo quasi due anni di lavoro sono riuscito a pubblicare Privacy. Una sintetica introduzione che è l’edizione italiana di Privacy. A Very Short Introduction scritta dal prof. Raymond Wacks e pubblicata originariamente dalla Oxford University Press.

Continue reading

Possibly Related Posts:


SPID e furto di identità: una storia già vista e una lezione ignorata

Il problema strutturale di SPID è la privatizzazione dell’identità personale. Quando non è più (solo) lo Stato a certificare chi siamo, tutto può succedere.
di Andrea Monti – Key4Biz del 8 novembre 2016 Continue reading

Possibly Related Posts:


Safe Harbour: una sentenza invalida lo scambio di dati personali EU-USA

Il 6 ottobre 2015 la Corte di giustizia europa ha invalidato l’accordo tra Unione Europea e Stati Uniti sullo scambio di dati personali. Il vuoto legislativo provocato dalla sentenza rischia di mettere in ginocchio l’economia del vecchio continente in nome di una cattiva applicazione di giusti principi.

Continue reading

Possibly Related Posts:


Amazon Silk. Dal browser per il cloud un altro colpo alla network neutrality

di Andrea Monti – PC Professionale n. 248
Silk è il browser sviluppato da Amazon per funzionare sul suo tablet, Kindle Fire con il suo cloud. A spese della libertà degli utenti?

Continue reading

Possibly Related Posts:


Trib. Roma – Sez. spec. p.i.i. – Ord. 14 aprile 2010

D.lgs. 70/2003 – obbligo per gli operatori di segnalare il comportamento illecito degli utenti alle autorità competenti – diffida circostanziata da parte del titolare del diritto leso – sufficienza – sussiste
Il fornitore di servizi di comunicazione elettronica è obbligato in via preventiva ex lege a comunicare alla procura della Repubblica le diffide ricevute da titolari di diritti lesi, insieme a tutte le informazioni in proprio possesso, con esclusione di quelle che rivelano l’identità del presunto autore

Continue reading

Possibly Related Posts:


CNIL – Délibération n° 2009-474 portant recommandation en matière de transfert de données à caractère personnel dans le cadre de procédures judiciaires américaines dite de « Discovery »

JORF n°0190 du 19 août 2009 page texte n° 27
NOR: CNIA0900018X

La Commission nationale de l’informatique et des libertés,
Vu la convention n° 108 du Conseil de l’Europe du 28 janvier 1981 pour la protection des personnes à l’égard du traitement automatisé des données à caractère personnel ;
Vu la directive 95 / 46 / CE du Parlement européen et du Conseil du 24 octobre 1995 relative à la protection des personnes physiques à l’égard du traitement des données à caractère personnel et à la libre circulation de ces données ;
Vu l’article 23 de la convention de La Haye du 18 mars 1970 ;
Vu l’article 1er bis de la loi n° 68-678 du 27 juillet 1968, créé par la loi n° 80-538 du 16 juillet 1980 relative à la communication de documents ou renseignements d’ordre économique, commercial ou technique à des personnes physiques ou morales étrangères ;
Vu la loi n° 78-17 du 6 janvier 1978 relative à l’informatique, aux fichiers et aux libertés, modifiée par la loi n° 2004-801 du 6 août 2004 relative à la protection des personnes physiques à l’égard des traitements de données à caractère personnel ;
Vu le décret n° 2005-1309 du 20 octobre 2005 pris pour l’application de la loi n° 78-17 du 6 janvier 1978 relative à l’informatique, aux fichiers et aux libertés, modifiée par la loi n° 2004-801 du 6 août 2004 ;
Vu la délibération de la Commission nationale de l’informatique et des libertés n° 2005-213 du 11 octobre 2005 portant adoption d’une recommandation concernant les modalités d’archivage électronique, dans le secteur privé, de données à caractère personnel ;
Vu l’avis WP 158 du groupe de travail dit de l’« article 29 » adopté le 11 février 2009 ;
Après avoir entendu MM. Bernard PEYRAT, Georges de LA LOYÈRE, en leur rapport, et Mme Elisabeth ROLIN, commissaire du Gouvernement, en ses observations,

Continue reading

Possibly Related Posts:


Legge 30 giugno 2009, n. 85 “Adesione della Repubblica italiana al Trattato concluso il 27 maggio 2005 tra il Regno del Belgio, la Repubblica federale di Germania, il Regno di Spagna, la Repubblica francese, il Granducato di Lussemburgo, il Regno dei Paesi Bassi e la Repubblica d’Austria, relativo all’approfondimento della cooperazione transfrontaliera, in particolare allo scopo di contrastare il terrorismo, la criminalità transfrontaliera e la migrazione illegale (Trattato di Prum). Istituzione della banca dati nazionale del DNA e del laboratorio centrale per la banca dati nazionale del DNA. Delega al Governo per l’istituzione dei ruoli tecnici del Corpo di polizia penitenziaria. Modifiche al codice di procedura penale in materia di accertamenti tecnici idonei ad incidere sulla libertà personale”

pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 160 del 13 luglio 2009 – Supplemento ordinario n. 108

Capo I

Continue reading

Possibly Related Posts:


Il potere del Potere

di Andrea Monti – Nova – Ilsole24ore del 8 maggio 2008 –
“Avevo elaborato un complesso sistema di riferimenti incrociati, il che significava che chiunque cercasse di identificare un agente tramite l’accesso ai nostri archivi si sarebbe dovuto procurare l’accesso a tre (o cinque, a seconda del livello di sicurezza) diverse parti di informazioni, ciascuna delle quali richiedeva una specifica autorizzazione di accesso… con i computer, questi diversi livelli di accesso erano, invece, garantiti da privilegi di accesso e parole chiave. Ogni volta, gli esperti hanno cercato di convincermi che un sistema informatico era invulnerabile. Le spiegazioni mi sembravano convincenti fino a quando, qualche settimana dopo, i giornali pubblicavano la notizia di qualche dodicenne che, dalla propria camera da letto, si era introdotto in qualche sistema informatico militare. Non mi sono mai fidato dei computer.”

Continue reading

Possibly Related Posts:


La decisione è ineccepibile, ma la legge è insufficiente

di Andrea Monti – Interlex n. 374 – 7 maggio 2008
Con questo articolo non intendo ritornare sugli specifici profili di illiceità del trattamento dei dati fiscali da parte dell’Agenzia delle entrate, di cui mi sono occupato in un altro articolo, quanto piuttosto svolgere alcune riflessioni sulle carenze strutturali della normativa sul trattamento dei dati personali e sull’autodeterminazione informativa (DLGV 196/03) e sulla tutela della privacy (art. 615 bis del codice penale) evidenziate da questa spiacevole vicenda.

Continue reading

Possibly Related Posts:


Vuoto normativo? La legge che vieta è già in vigore

di Andrea Monti – IlSole24Ore del 3 maggio 2008
La diffusione sul sito internet dell’Agenzia delle entrate delle denunce dei redditi dei cittadini italiani – benché prevista dalla legge – è stata eseguita con modalità che violano palesemente il D.lgs. 196/03 meglio conosciuto come Codice dei dati personali. Ciò che è in discussione, dunque, è il “come” questi dati siano stati messi in circolazione e non “se” l’amministrazione avesse il potere di renderli pubblici.

Continue reading

Possibly Related Posts:


Otto anni di abusi e il Garante emette un comunicato

di Andrea Monti – Interlex – 25.09.06
La vicenda della struttura di intelligence parallela che sarebbe stata messa in piedi all’interno di Telecom Italia dai vertici della sicurezza offre diversi spunti di riflessione.

Continue reading

Possibly Related Posts:


Consiglio di Stato – Sez. VI, Sent. 671 del 6 dicembre 2005

Pubblicazione sul sito istituzionale dell’Autorità per l’energia di provvedimento sanzionatorio soggetto a pubblicità legale – violazione del divieto di diffusione di dati personali – non susssiste.
Pubblicazione sul sito istituzionale dell’Autorià dell’energia di provvedimento sanzionatorio – mera natura strumentale del mezzo telematico finalizzato a realizzare la condizione accessibilità ai “dati personali (da parte di) soggetti indeterminati”, secondo la nozione di “diffusione” che si enuclea dall’art. 4, comma primo, lett. m), del d.lgs. n. 196/2003 sussiste.

Continue reading

Possibly Related Posts:


Il nuovo codice dei dati personali. Quali saranno gli impatti sul mondo IT.

di Andrea Monti – PC Professionale n. 153

I sistemi informativi e i programmi dovranno ridurre al minimo l’utilizzo di dati personali. Obbligatorie le procedure di autenticazione delle risorse che accedono alle informazioni
Continue reading

Possibly Related Posts:


Trib. Lecce Ord. 28 maggio 2003

Segnalazione alla Centrale rischi della Banca d’Italia dell’esistenza di un credito a sofferenza – ammissibilità solo in caso di incapacità del debitore di far fronte in modo ordinario alle proprie obbligazioni verso l’intermediario bancario o finanziario segnalante – sussistee
Segnalazione alla Centrale rischi della Banca d’Italia dell’esistenza di un credito a sofferenza – ammissibilità in caso di uno stato di insolvenza desumibile da altri fattori – non sussiste
Segnalazione alla Centrale rischi della Banca d’Italia dell’esistenza di un credito a sofferenza – non corretta segnalazione alla Centrale rischi della Banca d’Italia dell’esistenza di un credito “a sofferenza” – idoneità a produrre effetti pregiudizievoli di perdurante attualità e determinazoione di progressiva accentuazione degli stessi – integrazione elementi del periculum in mora – concedibilità di un provvedimento d’urgenza – sussiste

Continue reading

Possibly Related Posts:


Ennesima modifica della legge sui dati personali. Cosa cambia per l’ICT

di Andrea Monti – PC Professionale n. 132

Sarà meno facile negare informazioni con la “scusa” della riservatezza e sarà più regolamentato il meccanismo dello spamming e delle iscrizioni “d’ufficio” alle mailing list.
Continue reading

Possibly Related Posts:


DNA e diritto d’autore. Necessità di codici aperti della conoscenza.

WebMarketing Tools n.29/00

Continue reading

Possibly Related Posts:


Free Internet: il Garante per i dati personali detta le regole

PC Professionale n.108 marzo 2000

Lo scorso 20 gennaio il Garante per i dati personali (http://www.garanteprivacy.it) ha pronunciato una decisione (http://www.alcei.it/comdatpers.html) sul procedimento “Libero-Infostrada”, aperto a seguito della segnalazione promossa lo scorso luglio da ALCEI (http://www.alcei.it/segnatpers.html).

Continue reading

Possibly Related Posts:


La carta di identità elettronica, un nuovo strumento per l’e-business?

di Andrea Monti – PC Professionale n.107

Con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) n.437 del 22 ottobre 1999, pubblicato sulla GU n. 277 del 25-11-1999 (http://www.andreamonti.net/dpcm99437.htm) viene introdottta in Italia la carta d’identità elettronica, cioè una scheda che oltre ai “soliti” dati conterrà una serie di informazioni aggiuntive e – lo dice il testo del decreto – le informazioni e le applicazioni occorrenti per la firma digitale… nonchè gli elementi necessari per generare la chiave biometrica.
Continue reading

Possibly Related Posts:


Le norme tecniche sulla protezione dei dati personali e la rete. Un matrimonio impossibile?

di Andrea Monti – PC Professionale n.107

Come avevo promesso, ritorno ad affrontare il tema delle misure minime di sicurezza per la protezione dei dati personali, imposte dal DPR 318-99, dal punto di vista di chi utilizza a vario titolo l’internet. Continue reading

Possibly Related Posts:


Ancora modifiche per la legge sui dati personali

di Andrea Monti – PC Professionale n. 78

Mi capita spesso – per attenuare il grigiore paludato del mondo giuridico – di guardare le cose da prospettive diverse e a volte inusuali. In uno di questi momenti l’attenzione si è soffermata sulla legge 675-96 (quella sui dati personali e non, come si dice erroneamente, sulla privacy) che ho cercato di paragonare ad un’opera letteraria. Inizialmente mi era venuto in mente lo stupendo Frankenstein di Mary Shelley, ma pensandoci meglio ho scelto The neverending story di Michael Ende. Intendiamoci, il paragone non è certo motivato dall’eleganza e dalla fantasia dello scrivere, quanto piuttosto dal monstrum (alla latina) che è diventata la legge e dalle vicissitudini che affliggono questo ennesimo prodotto del Palazzo. Continue reading

Possibly Related Posts:


La morte dello spamming

di Andrea Monti – PC Professionale n. 77

Mentre un nugolo di strani soggetti – giuristi pasticcioni, imprenditori sessuofobi, e associazioni in cerca d’autore – oramai da mesi strepita intorno ai massimi sistemi auspicando leggi, promuovendo autoregolamentazioni o addirittura cercando di creare il diritto del Ciberspazio gli utenti continuano la forzata convivenza con i problemi della navigazione quotidiana uno dei quali – lo spamming – diventa giorno dopo giorno più fastidioso. Continue reading

Possibly Related Posts:


Italian Crackdown strikes back

di Andrea Monti – PC Professionale n. 75-76

Il titolo di questo pezzo non è un videogame – magari lo fosse – ma il nickname che ho dato al più truce GIFT-SEX, l’indagine sulla ghenga (per usare un termine caro al noto criminale Pietro Gambadilegno) di pedofili che da molte settimane occupa le prime pagine di tutti i giornali.

Per una serie di ragioni non entrerò nel merito della vicenda, però è possibile fare delle valutazioni di ordine generale. Continue reading

Possibly Related Posts:


Legge protezione dati: al vaglio il rinvio di alcune norme

di Andrea Monti – PC Professionale n. 74

La protezione dei dati è stato sicuramente il tema più gettonato degli ultimi mesi; praticamente non c’è stato giornale su cui almeno una volta non se ne sia parlato sottolineando con i toni più diversi (dall’apocalittico al buonista) gli effetti, da alcuni definiti devastanti, che la legge in questione avrebbe prodotto negli ambiti più disparati. Già prima della sua approvazione gli esperti del settore avevano chiesto, inascoltati, una profonda revisione della struttura della legge 675/96 e analoga sorte era toccata alle istanze formulate da molte associazioni di categoria che si erano poste il problema delle applicazioni pratiche della legge. In definitiva l’8 maggio (giorno dell’entrata in vigore del provvedimento) si profilava come una specie di giovedì nero a partire dal quale sarebbe iniziato un lungo periodo di incertezze e di rischi. Continue reading

Possibly Related Posts:


Internet e la privacy

di Andrea Monti – PC Professionale n. 70

Chi ha diritto di leggere la mia posta? È legittimo l’uso dei cookies? Che fine fa il log delle mie connessioni? Queste e mille altre domande sono aspetti di un unico argomento al quale molti utenti della rete sono sensibili, ovvero il tema della privacy. Le cronache registrano con sempre maggiore frequenza contrapposizioni fra i sostenitori dell’anonymous surfing, (ovvero la possibilità di mantenere l’anonimato più totale), chi invoca norme ciecamente restrittive e chi, invece, cerca una posizione intermedia. Quest’ultimo gruppo, confortato dalla posizione dell’Unione Europea, si attiva per mediare tra un diritto fondamentale dell’utente con le altrettanto legittime necessità dell’Autorità Giudiziaria e degli operatori del settore, proponendo il cosiddetto “anonimato protetto”. Continue reading

Possibly Related Posts: